Scroll to top

Alida Gotta: riscoprire i sapori autentici


Nessun commento

Alida Gotta: riscoprire i sapori autentici,
per una cucina semplice, rapida ed originale.

Intervista realizzata da Engarda Giordani ad Alida Gotta, Vicecampionessa di MasterChef 2015. 

Parole d’ordine: estro e creatività, senza dimenticare semplicità e rapidità di preparazione. Questo il fil rouge dei piatti di Alida Gotta, vicecampionessa in carica di MasterChef, la popolare trasmissione di Sky regina di ascolti, che da qualche anno mette a confronto la passione di venti aspiranti chef con i verdetti di quattro giudici pluristellati: Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Carlo Cracco.

Alida è stata ospite di un evento presso Incasso, azienda specializzata nella vendita di elettrodomestici a San Maurizio Canavese.

Si è trattato di un pomeriggio dedicato ai profumi e sapori tipici del Natale, riletti in chiave moderna dalla chef torinese che ha conquistato il pubblico italiano nel talent televisivo ed ora è tra le giovani promesse più seguite ed ammirate. Un esempio di “Made in Italy” esportato a livello internazionale – considerati i suoi impegni in corso a Dubai –, la cucina italiana come fucina di tradizioni semplici, spesso contadine, fortemente legate ai prodotti del territorio ed eccellenza riconosciuta in tutto il mondo.

Il successo può non cambiare le persone vere e Alida, alla quale hanno forse etichettato la fama di “facile alle lacrime” e “poco espansiva”, dichiara in merito alla sua esperienza nel talent: «MasterChef è un “prodotto” televisivo nel quale il desiderio di successo deve seguire le regole dello show per incontrare il favore del pubblico e a volte enfatizzare ad hoc momenti della giornata, battute dichiarate alle telecamere o “rubate” nel dietro le quinte. È stata un’esperienza meravigliosa, sebbene non si possa piacere a tutti, mi ha stupito il grande seguito che ho riscontrato nei bambini!».

Come sul grande schermo, nella quotidianità Alida è pronta ad apprendere i segreti della cucina, oggi in continua evoluzione anche grazie alle nuove tecnologie, ma con alla base la scoperta e valorizzazione delle tradizioni.

Un insegnamento che Alida ha voluto trasmettere con i suoi piatti all’evento, dove a vincere sono stati sapori semplici e prodotti del territorio, reinterpretati secondo una chiave di lettura moderna e creativa, ma preparati in maniera rapida e “alla portata di tutti”.

Coinvolgente anche la sfida a suon di piatti gourmet presieduta da Alida nelle vesti di giudice, che ha visto vincitrice una “Charlotte Mont Blanc”, torta molto complessa che Alida ha voluto premiare come perfetto connubio tra sapori tradizionali e locali (crema di marroni e savoiardi fatti in casa) e mise en place impeccabile. Tutte le ricette sono disponibili sul sito www.incasso.it.

Alida Gotta

Da Torino alla conquista delle cucine del mondo. Ventisei anni, torinese di nascita, chef televisivo d’adozione a MasterChef 2015, Alida Gotta incarna l’esempio perfetto della ragazza ambiziosa e creativa, che ha saputo trasformare la passione per la cucina in un lavoro che, ad oggi, le ha dato occasione di guadagnare notorietà e diventare uno tra gli chef più giovani e promettenti. Alida Gotta è uno chef di nuova generazione che non ha paura di sperimentare, di onorare una cucina creativa, bizzarra, mai noiosa, come recita il suo mantra: “non smettere di esplorare il gusto”.

Articoli Correlati